.

MAIBAUMFEST 2017 – 30 aprile 2017…per saperne qualcosa in più

La tradizione del Maibaum, “albero di maggio” fa parte della cultura del tirolo e della Baviera, dove il primo maggio la popolazione dei vari paesi issa l’albero decorato con i simboli ed i mestieri del proprio paese. L’alberto viene preparato mesi prima dagli abili boschieri ed èin pericolo costante: gli abitanti dei paesi vicini sono infatti chiamati a rubare il maibaum ed a nasconderlo, per fare in modo che la festa vada a monte. I proprietari del Maibaum devono invece impegnarsi a cercare il cimelio ed a riprenderlo, per poter portare a compimento l’evento. I rapimenti del Maibaum possono anche avere esiti disastosi, come nel caso in cui l’albero venga spezzato, tagliato o incendiato.

Il maibaum viene issato ogni 4 anni ed appunto in questa occasione viene organizzata una grande festa in tutto il paese. Ogni arte ed ogni mestiere viene rappresentato sull’albero, per rappresentare proprio gli artigiani che mantengono vivo quel luogo. Il Maibaum viene issato con delle lunghe stanghe, legate con una corda, che servono per poter alzare il fusto lentamente e per gradi e per fare in modo di poterlo appoggiare nei momenti intermedi dell’issaggio. In Baviera i colori tipici del Maibaum sono il bianco e l’azzurro, mentre in Tirolo spesso il Maibaum è lasciato al naturale, semplicemente decorticato, Più rari, ma presenti, i Maibaum bianco-rossi o bianco-verdi.

Il 30 aprile 2017 isseremo il nostro Maibaum anche presso la Baita e con l’occasione faremo un pranzo accompagnato con musica e balli, con pietanze tipiche primierotte e tirolesi.

Qualora vogliate raggiungerci per il pranzo o anche solo per un dolce vi chiediamo cortesemente di prenotare allo 333.4749382

 

Offerta Pasqua in Baita – Vacanza nella natura

La Pasqua è ormai alle porte ed abbiamo pensato ad una speciale offerta per Voi, per trascorrere alcuni giorni di pace immersi nella natura, coccolati dalla buona cucina e dai buoni vini del Trentino.

read full post →

Idee Pasquali

Idee Pasquali

Buongiorno a tutti!!

Pasqua è sempre una bella occasione per ritrovarsi con gli amici o la famiglia e lasciare le cucine di casa “a riposo”. Proprio per aiutarvi in questo abbiamo preparato un menù pasquale di cui vi proponiamo alcune idee, che vi proporremo durante il weekend di Pasqua e Pasquetta.

Antipasto primaverile con asparagi, salsa olandese e speck cotto

Carpaccio di Tosella di Primiero con cavolo viola e fiori, aromatizzata con sale alla lavanda

Degustazione di Goulasch Suppe

Vellutata di funghi con erba cipollina bio

Gnocchi di patate fatti in casa aromatizzati con ricotta affumicata del Caseificio di Primiero e Botiro di Primiero di Malga

Orzotto mantecato agli asparagi di Zambana con pesto di ortica in germogli

Grigliata mista di carne

Costicine di maialino da latte (Rippele) cotte nel forno a legna

Stinco di maiale al forno, caramellato alla birra

Agnello, capretto e coniglio a richiesta

Dolce – Ostern Kuchen

Caffè e buffet delle grappe

Prezzo del menù del Pranzo Pasquale Euro 35,00, bevande escluse.

Vi è la possibilità, per chi desiderasse, di ordinare il capretto, l’agnello o il coniglio al forno, che si cucinano soltanto su ordinazione.

Opzione menù vegetariano a richiesta.

E’ sempre possibile ordinare a la carte anche a Pasqua.

Per prenotazioni ed informazioni : 333.4749382

Buongiorno! Guten Morgen!

Dedicato a tutti coloro che non vedono l’ora che arrivino le calde giornate d’estate, i prati fioriti e le passeggiate all’ombra del bosco! Buongiorno 🙂

Dolce…Festa del Papà 19-03-2017

posted on: marzo 13, 2017
in: Eventi, News

festa-del-papàIn alcuni Paesi di tradizione cattolica, la festa del papà viene festeggiata il giorno di San Giuseppe (19 marzo), padre putativo di Gesù, sposo della Beata Vergine Maria, simbolo di umiltà e dedizione. I primi a celebrarla furono monaci benedettini nel 1030, seguiti dai Servi di Maria nel 1324 e dai Francescani nel 1399. Fino al 1977 il giorno in cui la Chiesa celebra san Giuseppe era considerato in Italia festivo anche agli effetti civili, ma ciò venne eliminato con la legge n. 54 del 5 marzo 1977. In Canton Ticino, in altri cantoni della Svizzera e in alcune province della Spagna, questo giorno è festivo agli effetti civili.
San Giuseppe, in quanto archetipo del padre, nella tradizione popolare protegge anche gli orfani, le giovani nubili e i più sfortunati. In accordo con ciò, in alcune zone della Sicilia, il 19 marzo è tradizione invitare i poveri a pranzo. In altre aree la festa coincide con la festa di fine inverno: come riti propiziatori, si brucia l’incolto sui campi da lavorare e sulle piazze si accendono falò da superare con un balzo.
Il dolce tipico della festa ha numerose varianti che si caratterizzano da Regione in Regione ma per lo più a base di creme e/o marmellate, con impasto simile a quelle dei bignè o dei krapfen. Esemplare è il dolce napoletano, che prende il nome di zeppola di San Giuseppe. Secondo la tradizione, infatti, dopo la fuga in Egitto, con Maria e Gesù, san Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la famiglia in terra straniera. In Toscana e in Umbria è diffuso come dolce tipico la frittella di riso, preparata con riso cotto nel latte e aromatizzato con spezie e liquori e poi fritta. Nell’Italia del nord, invece, dolce tipico della festività è la raviola (piccolo involucro di pasta frolla o pasta di ciambella richiuso sopra una cucchiaiata di marmellata, crema o altro ripieno, poi cotta al forno o fritta). In Sicilia, tipici della tradizione catanese e diffusi in tutta l’isola, sono i dolci fritti a forma di tocchetti o bastoncini a base di riso, aromatizzati con buccia d’arancia e miele, noti come zeppole di riso o crispelle di riso.

Noi per la festa del papà vi proponiamo dei dolci tipici della tradizione trentina e tirolese!

Linzer Torte e Krapfen ripieni

Domenica 19 marzo 2017 vi aspettiamo per il pranzo della Festa del Papà e per salutare l’inverno.

 

 

San Valentino in baita

San Valentino in baita

posted on: gennaio 10, 2015
in: News

Per tutti coloro che hanno in mente una sorpresa speciale per San Valentino, vi proponiamo di trascorrere sabato 14 febbraio in Baita.

Verrete accolti in una delle nostre calde e comode stanze da cioccolata, frutta e spumante, tutto a lume di candela. Cena romantica in veranda con accompagnamento e la mattina seguente golosissima colazione a base di dolci fatti in casa, omelette, cioccolato e tanto altro.

Il pacchetto che comprende drink di benvenuto, cena a lume di candela, pernottamento in stanza  con candele, frutta e spumante, prima colazione, ha un costo di euro 100,00 a persona. E’ d’obbligo la prenotazione, anche per chi volesse soltanto fermarsi per la cena.

Amore per le cose buone <3

Germknodel

Germknodel

posted on: dicembre 28, 2014
in: News

Vi proponiamo questo dessert molto succulento e invernale.
Se ci verrete a trovare prossimamente potrete assaggiarlo accompagnato da un caldo vin brulè.

Ingredienti

Per l’impasto:
250g di farina
1/16 l di latte (circa 65ml)
10g lievito di birra
10g di zucchero
1 tuorlo
sale
30g di burro
Per il ripieno:
100g “Powidl” (composta di prugne nere)
1 cucchiaino di rum
1 punta di coltello di cannella
Per il condimento:
50g semi di papavero macinati
60g di zucchero a velo
60g di burro

Preparazione

Mettere la farina in una ciotola capiente.
Sciogliere il lievito e lo zucchero nel latte tiepido e versare sopra la farina.
Aggiungere anche il tuorlo, un pizzico di sale e il burro fuso ed impastare (se serve aggiungere un poco di latte).
Continuare ad impastare finché l’impasto si stacca dalle mani.
Coprire con uno strofinaccio e far riposare in un luogo tiepido per un’oretta.
Mescolare nel frattempo la composta col rum e la cannella.

Dividere l’impasto lievitato in 12 palline uguali, stenderle un poco, metterci nel mezzo un cucchiaino di composta e richiudervi la pasta sopra in modo da formare un gnocco ripieno.
Lasciare i canederli a lievitare su un piano infarinato per 25 minuti circa.

Far bollire dell’acqua salata in una pentola capace e cuocervi i canederli per 6 minuti, rigirarli con una paletta forata e cuocerli per altri 6 minuti.

Toglierli dall’acqua con una schiumarola e servirli caldi cosparsi di papavero, zucchero a velo e papavero.

Torta ai mirtilli e cioccolato

Torta ai mirtilli e cioccolato

posted on: marzo 7, 2014
in: News

Un ricetta facile e veloce, primaverile e fresca, per deliziare i primi pomeriggi in giardino.

Ingredienti per la base:

65 gr. di farina, 25 gr. di fecola di patate, 1 tuorlo e un uovo intero, 100 gr. di zucchero, un cucchiaino di miele, 1 cucchiaio di cacao in polvere

Ingredienti per la farcitura:

150gr di yogurt bianco, 150 ml di panna liquida, 2-3 fogli di colla di pesce, 100 gr. di mirtilli

Per la glassa:

50 gr. di mirtilli, 100 gr. di zucchero, pectina o preparazione per gelatina q.b.

PREPARAZIONE:

Mettere nella ciotola di un robot da cucina lo zucchero, l’ uovo e il miele, quindi azionare le fruste fino ad ottenere un composto gonfio e omogeneo, ci vorranno circa 15-20 minuti. Aggiungere quindi il tuorlo e continuare a sbattere a velocità elevata per ancora 15 minuti . Togliere la tazza del robot dalla sede ed incorporare la farina, la fecola e il cacao amaro in polvere setacciati. Mescolare con una spatola dal basso verso l’altro delicatamente senza smontare il composto. Imburrare una teglia del diametro di 24-26 cm, versarvi all’interno il composto ottenuto e infornare a 180° per 20 minuti. Quando il fondo sarà pronto toglierlo dal forno e lasciatelo raffreddare sulla gratella.

Nel frattempo sciogliere i fogli di colla di pesce e lasciate raffreddare. Montare con le fruste lo yougurt e la panna fresca per circa 7-10 minuti così da ottenere una crema morbida. Con una spatola incorporare i mirtilli freschi (in alternativa, se non disponibili, utilizzare yogurt ai mirtilli) e la colla di pesce, fino ad ottenere un composto omogeneo. Rimettere pan di spagna sul fondo della tortiera e versare la crema coi mirtilli sopra il fondo. Per la glassa, stemperate la pectina con un pò d’acqua (o il preparato per gelatina), mettere lo zucchero ed i mirtilli sul fuoco ed aggiungete l’addensante. Fate bollire finchè non risulta denso e cremoso. Una volta raffreddato versare sopra la crema di yogurt e mirtilli. Mettere la torta così ottenuta in frigo per almeno 4 ore o, se necessario, in congelatore per un’ora. Per toglierla dallo stampo fate attenzione a staccare la torta dallo stampo aiutandovi con un coltellino.

Buon appetito! …. 😉

8 marzo 2014 Festa della Donna

8 marzo 2014 Festa della Donna

posted on: febbraio 21, 2014
in: News

FESTA DELLA DONNA 8 MARZO 2014

Fatevi coccolare per un Week- end, venite a trovarci e scoprirete le novità wellness e beauty che vi offriamo per questa speciale occasione a tutte le donne ed a coloro che avranno il piacere di accompagnarle!

Pernottamento e prima colazione a partire da euro 40,00 per notte.

Omaggio di benvenuto a tutte le donne.

3334749382 – info@baitazeni.it

Per il pranzo o per la cena è gradita la prenotazione.